Definire i colori

Definire i colori

I colori sono definiti nelle schede Colori delle finestre di dialogo Proprietà dell'elemento. Ad esempio, in un elemento di testo, la scheda Penna mostra i controlli necessari per definire il colore interno dell'elemento di testo.

Dalla versione 6.19.05.02 si possono collegare i colori a un campo di una sorgente dati. Vedi sotto Collegamento di un colore a un campo dati per ulteriori informazioni.

Le schede di definizione colore consentono di definire un colore solido (un unico colore solido senza sfumature) e un colore sfumato (due colori sfumati in opacità).

Nota:
La modalità sfumatura sarà disponibile solo quando applicabile. Ad esempio, nel caso di un colore di primo piano con codice a barre non sarà possibile impostare un colore sfumato. In questi casi il pulsante Solido / Sfumato non sarà visibile.

Le modalità di lavoro Solido / Sfumato mostrano i seguenti controlli:

Solido: nella parte superiore è presente un'area di selezione del colore: cliccando, si seleziona il colore su cui è posizionato il puntatore del mouse.
Sul lato destro è possibile utilizzare la barra della luminosità per modificare la gamma dei colori dell'area di selezione del colore.
Nella parte inferiore si possono inserire manualmente i valori RGB che definiscono il colore nelle caselle di testo "Rosso, Verde e Blu" (i valori validi vanno da 0 a 255).
Il rettangolo inferiore mostra il colore selezionato.

Sfumatura: in questa modalità di lavoro la finestra di dialogo è divisa in due sezioni identiche. È possibile definire uno dei due colori, che vengono combinati all'effetto sfumatura desiderato.
Nella parte superiore di ogni sezione, si trova l'area selezione colore, la barra Luminosità e la barra Opacità, che consentono di definire un valore di opacità compreso tra 0 e 255 (dove 0 è completamente trasparente e 255 è completamente opaco).
Ciascuna delle due sezioni mostra le caselle di testo RGB e la casella di testo opacità.
È possibile copiare un colore da una sezione all'altra cliccando sui pulsanti « e ».
La sezione inferiore della finestra di dialogo mostra l'area di anteprima che visualizza la combinazione creata. Alla sua destra si trovano i controlli che consentono di definire l'angolo di dissolvenza. Anche qui è possibile inserire manualmente un valore (tra 0 e 359,9 gradi) o usare la barra di scorrimento.

Nota:
Quando si clicca con il tasto destro del mouse sulla casella Anteprima colore, viene mostrato un menu popup che permette di copiare, incollare e ripristinare il colore al suo valore predefinito.


COLLEGAMENTO DI UN COLORE AD UNA SORGENTE DATI

Dalla versione 6.19.05.02 qualsiasi colore di qualsiasi elemento può essere collegato a un campo dati che consente di avere colori variabili sullo stesso elemento, quando viene replicato in ogni posizione del set di dati.

Ad esempio, è possibile definire nei dati sottostanti che un testo avrà un colore specifico solo per determinati record.

Per connettere un campo a un colore, basta selezionare il nome del campo dalla casella combinata che si trova nella scheda dei colori di quell'elemento o selezionare un campo dal sottomenu presente nei vari menu della barra multifunzione.

Quando il colore di un elemento è associato a un campo, Labeljoy cercherà di leggere il valore trovato e convertirlo in un colore.

Note:
Quando Labeljoy non è in grado di convertire il valore letto dall'origine dati in un colore valido, utilizzerà il colore predefinito definito nel menu corrispondente (o scheda colori nelle finestre dell'editor).

Labeljoy è in grado di convertire in colore i seguenti 6 possibili tipi di valore:

  • Nomi dei colori X11: i nomi comuni di colori HTML come Black, White, MediumSlateBlue, ecc., verranno convertiti correttamente in un colore solido. Vedere qui per un elenco completo.
  • Colori CSS: colore RGB nella tipica notazione esadecimale a 6 cifre preceduta dal segno #. Ad esempio: #FFFFFF, # 80CCBB, ecc.
  • Colori web-safe: notazione esadecimale a 3 cifre, preceduta dal simbolo #. Ad esempio: #333, #A53, #F2A, ecc. Vedere qui per un elenco completo.
  • Valore intero: un valore numerico intero compreso tra 0 e 16.777.215. Tipicamente utilizzati nei linguaggi di programmazione, i valori RGB vengono moltiplicati per formare un unico valore.
  • Tavolozza Labeljoy: 40 valori di stringa compresi tra LJ01 e LJ40 verranno convertiti nel colore della tavolozza Labeljoy corrispondente, quelli che vengono visualizzati nella sezione "Colore rapido" delle voci di menu presenti sulla barra multifunzione.
  • Formato complesso Labeljoy: è possibile definire i colori sfumati, alfa-miscelati utilizzando una speciale notazione Labeljoy. È composto da 9 valori separati da virgola nel formato R1, G1, B1, A1, R2, G2, B2, A2, Angolo dove i valori *1 rappresentano il valore RGB-Alfa per il colore 1, i valori *2 rappresentano il valore RGB-Alpha per il colore 2 e Angolo l'angolo con cui avviene la dissolvenza.
    I valori validi per i membri RGBA sono compresi tra 0 e 255 e i valori validi per l'elemento Angolo sono compresi tra 0 e 359. Ad esempio: un valore valido è 128,255,48,96,80,96,50,220,90 che istruisce Labeljoy di creare il colore 1 con R = 128, G = 255, B = 48, Alpha 96, il colore 2 con R = 80, G = 96, B = 50, Alpha = 220; i colori vengono sfumati con un angolo di 90 gradi.
  • Trasparente: indipendentemente dal fatto che la tipologia dei dati del campo sia numerica o testuale, il valore -1 (uno negativo o xFFFFFFFF) verrà convertito in trasparente.

Nota:
Qualsiasi campo numerico, data/ora e stringa potrebbe potenzialmente contenere un valore che Labeljoy può interpretare come un colore valido. Spetta all'utente selezionare correttamente il campo con le informazioni rilevanti.